Skip to content

“The mediocre man is a monster” – When Pasolini met Orson Welles.

November 26, 2013
 1324
The mediocre man is a monster. That’s you: a dangerous criminal, conformist, racist, a somebody who’s anybody… You don’t exist”… Il genio assoluto – When Pasolini met Orson Welles.

In Pasolini’s Ricotta, an over–blasé Orson Welles accepts to give a short interview (“non più di quattro domande“) to a stupid journalist, answering just any idiotic thought that crosses his mind :

Journ. — Che cosa vuole esprimere con questa sua nuova opera?
O. W. —Il mio intimo, profondo, arcaico cattolicesimo.

Journ. Che cosa ne pensa della società italiana?
OW — Il popolo più analfabeta, la borghesia più ignorante d’Europa.

Journ. – Che ne pensa della morte?
OW – Come marxista è un fatto che non prendo in considerazione.

Journ. Quale è la sua opinione sul nostro grande regista Federico Fellini?
OW – Egli danza. (He dances)

Then Welles read to the journalist Pasolini’s splendid poem “Io sono una forza del Passato“, and asks the journalist (mentre quest’ultimo idiotamente ride):

OW : Lei non ha capito niente perché lei è un uomo medio. E’ così?

Journ: Beh sì.

OW: Ma lei non sa cos’è un uomo medio? E’ un mostro. Un pericoloso delinquente, conformista, colonialista, razzista, schiavista, qualunquista.

Journ: Ehehem.

OW: E’ malato di cuore lei?

Journ: No, no, facendo le corna.

OW: Peccato, perché se mi crepava qui davanti sarebbe stato un buon elemento per il lancio del film. Tanto lei non esiste. Addio.

… and here is the poem :

Io sono una forza del Passato. 
Solo nella tradizione è il mio amore. 
Vengo dai ruderi, dalle Chiese, 
dalle pale d’altare, dai borghi 
dimenticati sugli Appennini o le Prealpi, 
dove sono vissuti i fratelli. 

Giro per la Tuscolana come un pazzo, 
per l’Appia come un cane senza padrone. 
O guardo i crepuscoli, le mattine 
su Roma, sulla Ciociaria, sul mondo, 
come i primi atti della Dopostoria, 
cui io sussisto, per privilegio d’anagrafe, 
dall’orlo estremo di qualche età 
sepolta. Mostruoso è chi è nato 
dalle viscere di una donna morta. 
E io, feto adulto, mi aggiro 
più moderno d’ogni moderno 
a cercare i fratelli che non sono più”.
Image
And here is how I tracked down Orson Welles in Split, Croatia :

Tracing Orson Welles: The darker side of Split

http://euobserver.com/news/30649
————-
Advertisements
Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: